Come sono fatte

Le formiche argentine sono quelle piccole formichine che invadono spesso le nostre cucine o i bagni di casa: misurano infatti dai 2 ai 3 mm, 3 mm in meno rispetto ad altri tipi di formica. Hanno la testa ampia, le zampe molto lunghe e sono di un giallo scuro. Se calpestate in grosso numero emanano un odore sgradevole.

Abitudini e alimentazione

Come le altre formiche, anche le formiche argentine si nutrono di semi, di zucchero e di insetti morti. Recenti studi hanno dimostrato che le formiche argentine possono cambiare alimentazione. Dopo aver ucciso e mangiato altri insetti, e quindi aver consumato una grossa quantità di proteine, si dedicano a carboidrati, acqua e zucchero. Questa dieta così versatile le rende non solo capaci di adattarsi a quasi tutti gli ambienti, ma anche di crescere come comunità e di diventare sempre più forti.

Perché sono dannose per l’uomo

Il danno maggiore provocato dalle formiche argentine è causato dalla loro invadenza, dal loro numero, dalla rapida diffusione e dall’attacco al cibo di qualunque tipo.

Le formiche argentine sono particolarmente deleterie per gli orti perché trasportano afidi, o pidocchi delle piante, per mungere il liquido zuccherini da essi prodotti. Una disinfestazione efficace deve infatti essere suggerita contro gli afidi, e non contro le formiche, che di per sé non provocano nessun danno ad orti e giardini.