Come curare le punture delle formiche di fuoco

La puntura delle formiche di fuoco provoca un bruciore che scompare in pochi minuti. A causa del pungiglione e del veleno rilasciato, dopo poco compare una pustola che può infettare e provocare danni all’organismo.

Per questo ti consigliamo di prendere questi piccoli accorgimenti in caso di puntura, e di chiamare una ditta di disinfestazione nel caso in cui ti trovassi gli ambienti infestati da questa specie di formiche.

 

1- Se ti accorgi immediatamente di essere stato punto da una formica di fuoco, alza il braccio in modo tale da evitare un maggiore gonfiore.

2- Lava subito la parte punta con dell’acqua e sapone. Diminuirai di molto i rischi di un’infezione.

3- Fai un impacco di acqua fredda per diminuire il prurito e per evitare un gonfiore esagerato.

4- Prendi un antistaminico. Se sei allergico e non lo sai, è meglio prevenire gli effetti nocivi del veleno con un medicinale.

5- Spalma sulle ferite una crema al cortisone per evitare che l’infezione si diffonda.

6- Nei giorni che seguono, non grattare la parte punta e non cercare di schiacciare le bolle. Aumenteresti soltanto il rischio di infezione.

7- Chiama il tuo medico di fiducia. Fai controllare le vesciche da un professionista, prima le curi e prima eviti che provochino ulteriori danni.

 
 
CHIAMA SUBITO 800593874
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

800593874