Come sono fatte

Questa famiglia di formiche è nota per la capacità di diffondersi in tutto il mondo e per i danni che provoca al sottosuolo.

Le Pheidole megacephala misurano tra i 2 e i 4mm e la testa di alcune operaie (le più grandi) è talmente grande da essere sproporzionata rispetto al resto del corpo. Il loro colore varia dal giallo al marrone chiaro.

È stato calcolato che per ogni 100 formiche operaie piccole ne nasce una operaia grande, e per questo è facile immaginare quanto sia minore il numero delle formiche operaie più grandi rispetto a quello delle formiche operaie piccole.

 

Abitudini e alimentazione

Le Pheidole megacephala sono onnivore e si nutrono soprattutto di insetti morti, incluse altre formiche. All’interno delle case sono attratte da cibi dolci e oliosi, come il burro.

Le formiche di questa specie nidificano in luoghi protetti, sotto le rocce, sotto i pavimenti, vicino le radici degli alberi e nei vasi di piante e fiori. Per avere accesso immediato ad una fonte di umidità, durante la stagione secca sono solite nidificare vicino le pompe dell’acqua e, nei giardini, nei pressi dei sistemi di annaffiamento.

In casa le si può trovare soprattutto in bagno e in cucina, attratte come sono dall’umidità, dalle stoviglie e dai canovacci, ma difficilmente nidificano in casa.

Le Pheidole megacephala infatti sono solite creare più formicai vicini tra loro, tanto da creare nidi interconnessi e supercolonie all’interno delle quali le formiche collaborano attivamente tra di loro.

I formicai delle Pheidole megacephala si individuano facilmente perché davanti agli ingressi di questi creano sempre dei cumuli di terra e più ingressi potrebbero essere vicini tra loro.

 

Perché sono dannose per l’uomo

La puntura delle Pheidole megacephala non è dolorosa e non crea né infezioni né danni di alcun tipo. Il problema delle Pheidole megacephala è la nidificazione: all’interno delle case, se trovano una buona fonte di cibo e di umidità, creano formicai nelle credenze, dietro le lavastoviglie e vicino ai letti.

 

Come evitare un’infestazione di Pheidole Megacephala

Per controllare la presenza di queste formiche, basta assicurarsi che in casa non vi siano cumuli di terra sparsi qua e là. L’unico modo per disinfestare casa dalle Pheidole megacephala è chiamare dei tecnici della disinfestazione in quanto, andando a toccare i loro formicai, si incorre nella formazione di altri piccoli satelliti.

Solo una ditta di professionisti è in grado di eliminare il problema in modo definitivo.