Disinfestazione Tarli del Legno, Trattamenti Antitarlo

La disinfestazione dei tarli del legno (coleotteri xilofagi), spesso avviene quando il danno è già stato fatto per la difficoltà di identificazione della presenza di questi insetti ma con un po’ di attenzione si possono vedere i segnali che indicano la necessità dell’intervento di professionisti.

La vita del tarlo del legno

I tarli del legno, o coleotteri xilofagi, hanno quattro stadi di sviluppo: uova, larva, pupa e coleottero adulto. I tarli del legno nello stadio adulto trovano nelle crepe o fessure di superfici lignee il luogo ideale per depositare le uova.

Una volta divenuti larve, i tarli iniziano a nutrirsi subito di legno essendo esso l’unica fonte di cibo disponibile. In questo stadio sono di difficile individuazione. Le larve proseguendo a nutrirsi del legno che le ospita divengono ben presto pupe e in seguito coleotteri adulti che emergono in superficie sotto questa forma definitiva. Una volta infestato un ambiente i tarli del legno proseguono per anni a consumare tutto ciò che è composto di questo materiale a meno che non sia stato opportunamente trattato dai professionisti del settore (disinfestazioni24.it)

Tarli del legno: come riconoscere la loro presenza?

tarlo legno 300x169 - Disinfestazione Tarli del Legno, Trattamenti AntitarloQuando si parla di tarlo si indica un insetto che si nutre di legno in generale non sapendo che in realtà esistono molteplici insetti differenti definiti con lo stesso nome comune ma che prediligono legni diversi.

Gli esperti della disinfestazione lo sanno bene e studiano da anni le abitudini del famelico insetto per applicare il giusto trattamento ed eliminare il tarlo del legno. Vi sono insetti del legno che si nutrono del legno morbido del pino, dell’abete o del cedro, altri invece prediligono il legno duro come quello dell’eucalipto, la quercia, il mogano o il frassino. A qualunque tipologia appartenga il tarlo infestante individuato farà danni importanti lasciando tracce della sua presenza.

Vedi anche  Processionaria: periodo in cui è pericolosa e rimedi per eliminare le processionarie

Disinfestazioni24.it vi libererà dal problema informandovi sulle modalità, sul tipo di tarlo infestante, sulle azioni necessarie per evitare la ricomparsa della colonia.

Disinfestazione tarli: come eliminare i tarli?

Al primo sospetto di infestazione da tarlo del legno è necessario chiamare immediatamente i tecnici disinfestatori di disinfestazione24.it per effettuare un sopralluogo e valuteranno la situazione.

Una volta accertata la presenza di una colonia di tarli si ricerca la tipologia a cui appartengono, solitamente si distinguono a seconda del tipo di legno attaccato. Fatto questo si procede verificando l’entità della colonia presente, individuando anche l’eventuale presenza di uova, larve, pupe e coleotteri xilofagi adulti, ultimo passo è la verifica dell’attività della colonia.

Eseguite le azioni preliminari si prosegue con l’eliminazione dei tarli in ogni loro forma evolutiva dopo aver messo in sicurezza, animali domestici e abitanti della casa o azienda. I trattamenti antitarlo utilizzati dai tecnici della disinfestazione sono studiati per risolvere i problemi che sono causati dai tarli del legno. Continuate a leggere per il trattamento antitarlo a microonde.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,