Punture di zanzare: come fare con le puntura di insetto?

Le zanzare, appartenenti alla famiglia dei Culicidi, sono diffuse in ogni paese del mondo, sebbene la loro presenza sia più densa nelle zone tropicali e sub-tropicali. Presenti già da marzo fino a novembre, esse preferiscono luoghi vicini a ristagni d’acqua, ricchi d’umidità.

Questi spiacevoli insetti nel periodo estivo arrecano disagio e fastidio per via delle pruriginose punture che le femmine impartiscono a noi umani per ricavarne nutrimento. Ecco che un’infestazione zanzare fa sì che si debba correre ai ripari repentinamente, rivolgendosi a ditte specializzate nella disinfestazione zanzare.

Queste imprese svolgono un lavoro preciso avvalendosi di tecniche e prodotti all’avanguardia, non nocivi e rispettosi dell’ambiente circostante. In modo rapido e sicuro si otterrà la bonifica degli spazi domestici ed esterni, scongiurando il rischio di dolorose punture di zanzare.

Zanzare: insetti che pungono

Le zanzare sono insetti antichi, resti fossili ne dimostrano l’estistenza già 50 milioni di anni fa. Esse hanno un corpo sottile e scuro, nelle zone tropicali assumono colori sgargianti. La loro alimentazione varia da maschi a femmine, sono infatti quest’ultime che si nutrono di sangue pungendo esseri umani e animali, ciò al fine di consentire la maturazione delle uova.

punture di zanzara 300x187 - Punture di zanzare: come fare con le puntura di insetto?Esse sono deposte proprio sulla superficie dell’acqua stagnante, ecco perchè la presenza di ristagni d’acqua nei sottovasi posti sui balconi, intorno ai pozzetti, ne facilita la prolificazione.

Sempre nell’acqua avviene lo sviluppo delle larve, che diventano pupe e infine zanzare adulte. Il ciclo vitale delle zanzare è di 3 settimane all’aperto, qualche mese nei luoghi chiusi. Per le zanzare femmine invece il discorso cambia poiché questi insetti possono vivere anche fino a 5 mesi al riparo. Oltre alla zanzara comune, vi è la zanzara Tigre, l’Aedes Albopictus. Il suo corpo nero è colorato da linee bianche, essa può pungere anche di giorno. Vediamo come difenderci dalla puntura di zanzara, come alleviare il prurito e come evitare una puntura zanzara infetta.

Vedi anche  Anobio del pane: il peggior insetto della farina

Le punture delle zanzare infette

Abbiamo detto che i morsi di zanzara provengono dalle zanzare femmine sono loro che pungono, ma come avviene ciò?

Esse bucano la pelle con la loro proboscide allungata, iniettando una sostanza anti-coagulante contenuta nella loro saliva. Questa procedura scatena nel nostro corpo il rilascio di istamina, un agente infiammatorio che causa una forte reazione allergica, ecco perché dalle punture delle zanzare si scatena un fastidioso prurito.

La parte colpita continuerà a prudere fino a che la sostanza non verrà neutralizzata dal nostro organismo, la puntura di zanzara farà venire presto una bolla. Gli insetti  che pungono sono attive dal crepuscolo fino a tutta la notte, oltre ad arrecare notevole fastidio con il loro ronzio e la reazione allergica pruriginosa, possono essere molto pericolose.

Malattie trasmesse dal morso di zanzara

La puntura della zanzara infatti provoca la trasmissione di agenti patogeni che scatenano malattie infettive, alcune di queste anche gravi. Malattie come la Chikungunya, la Malaria o malattie tropicali come la Dengue, portano una sintomatologia rilevante.

La Malaria, ad esempio, viene trasmessa solo dalla zanzara Anopheles, la Chikungunya appartiene alle malattie trasmesse dalla zanzara tigre. La febbre emorragica Dengue si verifica tipicamente nelle regioni tropicali e colpisce circa 390 milioni di persone in tutto il mondo. L’infezione in atto provoca sintomi tipici di questa malattia grave ma non letale, che sono: febbre alta, eruzione cutanea, cefalea e riduzione dei globuli bianchi.

Disinfestazione zanzare: perché è indispesabile

Per scongiurare la presenza di questi fastidiosi insetti ed evitare le punture di zanzara, bisogna distruggere le colonie. I focolai creati dalle zanzare vanno trattate con speciali prodotti, che solo i professionisti di questo delicato settore possono applicare.

Vedi anche  Flebotomi: cosa sono e come proteggersi dalle punture del flebotomo?

larvicidi sotto forma di compresse a rilascio graduale, sono capaci di estirpare interi focolai di larve. Essi vanno applicati in modo non nocivo alla salute degli abitanti la casa, utilizzando solo dosi minime. La distruzione delle uova può avvenire anche mediante l’utilizzo di insetticidi come il Pyriproxyfen, una sostanza a rilascio lento la cui azione dura più di un mese.

Per le zanzare adulte, le imprese di disinfestazione nei luoghi aperti applicano biocidi diluiti in acqua, che vengono nebulizzati con speciali erogatori, per distruggere la presenza delle zanzare nei giardini, laddove vi è ristagno di acqua.

Continua a leggere per i rimedi naturali contro le punture di zanzare

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,